Granito | Collettivo Munerude

Luogo

Teatro Alighieri
Via Angelo Mariani 2
Categoria

Data

Set 19 2020

Ora

21:00

Granito #estratto

di Francesca Antonino, Laura Chieffo, Ilaria Quaglia
con Francesca Antonino, Silvia Berti, Laura Chieffo
musiche Gabriele Ottino e Anything Pointless
disegno luci Mattia Bagnoli
tecnico luci Francesco Massari
costumi Maatroom
produzione Déjà Donnè, Sosta Palmizi
realizzato con il sostegno di PERMUTAZIONI- coworking coreografico a cura di Casa Luft, Zerogrammi, Fondazione Piemonte dal Vivo con il supporto di Cavallerizza Irreale – Torino, H(abita)T – Rete di Spazi per la Danza/Leggere Strutture/Comune di Budrio/ART BO; ALDES/SPAM! rete per le arti contemporanee, Hangart Fest

GRANITO vuole mettere in luce il divenire della materia attraverso un processo di trasformazione del corpo. È massa che si disgrega e si ricompone trovando nuovi spazi, è foglia che cade, organo che pulsa, lava che brulica, pietra che resiste.
GRANITO, generando nuove strutture e disfacimenti, arriva a pulsare come un unico organismo. Il corpo, lasciandosi attraversare, rende trasparente il mutamento.
GRANITO è inteso non solo come sostantivo indicante la pietra, ma anche come aggettivo usato per alcune piante, soprattutto le graminacee, in fase avanzata di maturazione.
Il progetto ha origine da un interesse nei confronti del mondo naturale, dei processi di decomposizione di piante e frutti che si snodano in un tempo considerevole, necessario all’accadimento e alla trasformazione. Pone attenzione a segni e movimenti che il trascorrere del tempo produce sulla materia organica, lasciandolo accadere. In questa sede viene presentato solo un estratto del lavoro.

* serata Vetrina della giovane danza d’autore – biglietti:
Intero 12 €
Ridotto 8 € (under 26, over 65)
Ridotto 5 € (allievi/e e insegnanti scuole di danza)

***

a project by Collettivo Munerude – Francesca Antonino, Laura Chieffo, Ilaria Quaglia
with Francesca Antonino, Laura Chieffo, Silvia Berti
music by Gabriele Ottino and Anything Pointless
light designer Mattia Bagnoli
costume designer Maatroom
produced by Déjà Donnè, Sosta Palmizi
supported by PERMUTAZIONI- choreographic coworking by Casa Luft, Zerogrammi, Fondazione Piemonte dal Vivo; Cavallerizza Irreale – Torino, H(abita)T – Rete di Spazi per la Danza/Leggere Strutture/Comune di Budrio, ART BO, ALDES/SPAM! rete per le arti contemporanee, Hangart Fest

GRANITO wants to highlight the becoming of matter, through a process of body transformation. It is a mass that disintegrates and recomposes itself by finding new spaces. It is a falling leaf, a pulsing organ, swarming lava, a stone that resists.
GRANITO, generating new structures and breakdowns, pulses as a single organism. The body, allowing itself to be crossed, makes the change transparent.
GRANITO indicates not only the stone, but it is also an adjective used for some plants, especially graminaceae, in an advanced stage of ripening.
The project originates from an interest in the natural world, the processes of decomposition of plants and fruits, which unfold in a considerable time, necessary for transformation. It pays attention to signs and movements that the passage of time produces on organic matter, letting it happen. Only an extract of the work is presented here.