Training Days

Training days è il percorso di formazione rivolto a ragazzi e ragazze dai 18 ai 25 anni che desiderano avvicinarsi al mondo dello spettacolo dal vivo e vivere da protagonisti l’atmosfera  di un festival. Per il settimo anno il progetto si riconferma durante le giornate di Ammutinamenti, proponendo le “sessioni di allenamento” finalizzate a conoscere da vicino le varie figure che lavorano nello spettacolo dal vivo, sperimentare le attività  di organizzazione, promozione e comunicazione di un evento culturale, partecipare a laboratori tematici di movimento e assistere agli spettacoli in programma.
Durante le giornate di “allenamenti”, dal 2 al 20 settembre 2020, i partecipanti parteciperanno a diversi incontri laboratoriali mirati a conoscere i meccanismi che stanno alla base dell’organizzazione di un evento, affiancheranno lo staff durante l’allestimento e le serate di spettacolo.

Il gruppo 2020 è formato da Arianna Balestrieri, Giulia Battaglione, Anita Fiorini, Alberto Galluzzi, Sofia Magnani, Chiara Mazzotti, Elena Pertegato, Francesca Rallo, Marta Schettino, Ilaria Succi.

Nuove Traiettorie

Nuove Traiettorie XL è il progetto formativo del Network Anticorpi XL che offre a un gruppo di giovani autori un percorso di approfondimento delle tematiche legate allo spettacolo dal vivo e una preziosa occasione di scambio e confronto con altre realtà affermate nel territorio italiano ed estero e con operatori del settore, al fine di supportarne la crescita personale e artistica.
I partecipanti sono giovani autori e autrici selezionati dai propri referenti regionali, partner del Network Anticorpi XL, tra i candidati e le candidate al bando Vetrina della giovane danza d’autore che si distinguono per il loro potenziale creativo. Su proposta della Commissione possono partecipare al percorso anche autori ammessi alla Vetrina.

Il percorso di formazione che solitamente si sviluppa a Ravenna durante le dieci giornate del Festival Ammutinamenti, si è realizzato quest’anno in un formato straordinario: per via delle restrizioni anticontagio in vigore, l’edizione 2020 ha previsto una parte di formazione teorica online, dal 21 luglio al 14 settembre, e una seconda parte in compresenza a Ravenna dal 17 al 20 settembre.
Al Festival Ammutinamenti i partecipanti seguiranno un programma fitto di incontri, confronti e visioni di spettacoli. Con l’obiettivo di innescare un inizio costruttivo e consapevole nel percorso autoriale dei giovani artisti, i tutor Massimo Carosi, direttore artistico del Festival Danza Urbana di Bologna e Paolo Brancalion, coordinatore dei progetti de L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, insieme ai docenti Lisa Gilardino, Monica Francia, Alessandro Pontremoli, Rita Valbonesi, accompagnano gli artisti alla comprensione delle dinamiche complesse del sistema danza e che stanno alla base delle scelte di un operatore, vagliando tutti gli aspetti della creazione, dalla drammaturgia alla comunicazione e promozione, dal linguaggio coreografico alla visione critica dei lavori presentati alla Vetrina.

I 15 partecipanti all’edizione 2020 sono:
Laura Gazzani, Raffaella Menchetti, Cecilia Ventriglia (Marche), Fabritia D’Intino, Mara Capirci, Michael Incarbone (Lazio), Paolo Soloperto, Francesca Pavesio (Piemonte/Puglia), Andrea Dore (Sardegna), Lorenzo Morandini (Trentino Alto-Adige), Francesca Rinaldi, Nicolò Giorgini (Puglia/Abruzzo), Emma Saba, Francesca Caselli (Emilia-Romagna), Claudio Scalia (Sicilia).

Curare il teatro

Il progetto teatrale di inclusione sociale con persone diversamente abili dell’Associazione Nerval Teatro di Maurizio Lupinelli ed Elisa Pol, nasce dalla confluenza di diverse realtà quali il Comune di Ravenna – Assessorato ai Servizi-Sociali e le cooperative sociali San Vitale, Selenia e La Pieve ed eredita le modalità di realizzazione dall’esperienza pluriennale del Laboratorio Permanente presso Armunia (LI), che coinvolge ogni anno circa venti persone diversamente abili della Bassa Val di Cecina. L’obiettivo del progetto è quello di creare e promuovere iniziative teatrali, culturali e formative frutto di sperimentazione e ricerca volte a favorire l’inserimento sociale di persone che vivono esperienze di gravi patologie e di forte marginalità, sviluppando e consolidando competenze e autonomie attraverso la pratica teatrale.
Dopo una prima fase di sperimentazione, avviata nel 2019, il progetto prosegue nel corso del 2020 e si apre alla collaborazione con l’associazione ravennate Cantieri Danza. Questo primo incontro favorito da Armunia, vede coinvolgere due giovani coreografi della Vetrina della giovane danza d’autore 2020 individuati dall’Associazione all’interno dell’ azione del Network Anticorpi XL da essa coordinato. Matteo Marchesi e Stefania Tansini, parteciperanno così come conduttori ad alcune giornate del laboratorio.