NUOVE TRAIETTORIE XL

Nuove Traiettorie XL è un progetto formativo che propone a un gruppo di giovani autori selezionati un’occasione di scambio e confronto con altre realtà affermate nel territorio italiano ed estero e con operatori del settore, al fine di supportarne la crescita personale e artistica. I partecipanti a Nuove Traiettorie XL sono autori non ancora sufficientemente maturi per accedere alla Vetrina ma che si segnalano per la qualità delle loro
opere. Su proposta della Commissione Anticorpi XL possono partecipare al percorso anche autori ammessi alla Vetrina in qualità di uditori. Il progetto si sviluppa attraverso le giornate e gli eventi del festival, durante i quali gli artisti, selezionati dalla commissione del Network Anticorpi XL, seguiranno un programma fitto di incontri, confronti, allenamenti e visioni di spettacoli.
La commissione di tutoraggio (Massimo Carosi, direttore artistico del festival Danza Urbana di Bologna e Paolo Brancalion, coordinatore dei progetti del Teatro Dimora di Mondaino) e affermati docenti (Fabio Acca, Lisa Gilardino, Alessandro Pontremoli, Mara Serina) tracceranno un corpo-a-corpo formativo con gli artisti agli esordi della propria ricerca, accompagnandoli alla comprensione delle dinamiche complesse che stanno alla base delle scelte di un operatore, vagliando tutti gli aspetti della creazione: dalla drammaturgia alla giovane d’autore danza network comunicazione e diffusione, dal linguaggio coreografico alle tecniche della danza, alla visione critica dei lavori presentati al Festival e delle creazioni scelte per rappresentare la Vetrina della Giovane Danza d’Autore 2018. Infine, il gruppo dei partecipanti avrà a disposizione uno spazio di allenamento per promuovere lo scambio di pratiche. Ogni autore sarà infatti invitato a presentare il proprio ‘training’ fisico confrontandosi con gli altri partecipanti, seguiti in questo allenamento da Rita Valbonesi  osteopata, esperta di anatomia esperienziale e insegnante di danza).
Partecipano al progetto Claudia Gesmundo (Puglia), Vera Sticchi (Puglia), Elena Sgarbossa (Veneto), Francesco Dalmasso (Piemonte), Ilaria Quaglia (Piemonte), Riccardo Guratti (Lazio). In veste di uditori accompagneranno il percorso i coreografi Gennaro Andrea Lauro (Puglia) e Sabrina Fraternali (Trentino Alto Adige).
Dall’edizione 2016 si è dato vita ad ulteriori momenti di sviluppo dell’azione, successivi all’appuntamento di Ravenna, denominati Nuove Traiettorie XL_PRO e dedicati a chi – tra gli autori selezionati – manifesti la necessità di ampliare ulteriormente il percorso attraverso altri momenti di incontro. 

ph.Dario Bonazza

TRAINING DAYS

Training days è il percorso di formazione rivolto aragazzi e ragazze dai 14 ai 25 anni che vogliono avvicinarsi al mondo dello spettacolo dal vivo e vivere da attore protagonista il clima di un festival. Per il quinto anno il progetto si riconferma durante le giornate del festival Ammutinamenti, riproponendo le “sessioni di allenamento” nel mese di settembre, per conoscere da vicino le varie figure che lavorano nello spettacolo dal vivo, sperimentare le attività  di organizzazione, promozione e comunicazione di un evento culturale, partecipare a laboratori tematici e assistere agli spettacoli in programma sotto la guida di un tutor, per sperimentare quindi in primis la condizione di essere spettatore  sviluppare in questo modo un proprio senso critico.
Durante le giornate di allenamenti i partecipanti conosceranno i meccanismi che stanno alla base dell’organizzazione di un evento, affiancheranno lo staff durante l’allestimento e le serate di spettacolo e alcuni di loro, interessati alla scrittura e al foto/video reporting, comporranno la squadra di giovani operatori che documentano il festival pubblicando recensioni, foto, video e interviste agli artisti protagonisti sul blog di Ammutinamenti. In qualità di “reporter ufficiale” la mansione  principale è seguire i momenti di allestimento, organizzazione, prove degli spettacoli e gli appuntamenti in cartellone, dialogare con gli artisti per poi scrivere, fotografare e realizzare interviste. Per vivere questa esperienza non è necessario avere una formazione nell’ambito della danza o del teatro: può partecipare chiunque abbia voglia di avvicinarsi a questo mondo e vivere un’esperienza di formazione personale.