Parini Secondo

Parini Secondo - ritratto

Parini Secondo nasce nel 2017 da un’idea di Sissj Bassani e Martina Piazzi, coinvolgendo Camilla Neri e Francesca Pizzagalli.
Il collettivo lavora sul movimento in maniera proteiforme, mettendo in discussione i limiti dell’autorialità e up-to-dateism. Con un atto ecologico e ready-made, il gruppo remixa idee altrui trovate online, assemblando coreografie attraverso il campionamento. Parini sfrutta e sostiene le potenzialità dell’open source e del DIY [do-it-yourself].
Il collettivo collabora con Alberto Ricca, insegnante e compositore elettronico con il nome di Bienoise. Insieme hanno prodotto ROCCO (2018), i (2019), SPEEED (2020), be me (2021).
Parini Secondo vince nel 2020 il bando di coproduzione e residenza KeativCampus.Ruhr promosso da ecce – European centre for creative economy, sostenuto dal Ministero per la Cultura, e per le Scienze della North-Rhine/Westphalia, con il progetto It’s not my responsibility to get famous/be me, co-creazione con la danzatrice e coreografa tedesca Magdalena Öttl.

***

Sissj Bassani (Cesena, ‘97) è danzatrice e coreografa italiana. È assistente e interprete di Claudia Castellucci (Leone d’argento Biennale di Venezia 2020), danzatrice nella nuova produzione INSEL di Panzetti/Ticconi e direttrice artistica del collettivo di movimento Parini Secondo.
Dopo la danza classica, la sua formazione si completa direttamente in contesti di compagnia dedicati alla ricerca e al teatro sperimentale, lavorando prima con gruppo nanou (Ravenna), poi con Societas (Cesena). Ha lavorato fra gli altri con Kinkaleri, Daniele Albanese/Stalker, Elisa Sbaragli, Valentina Pagliarani, Salvo Lombardo. Studia voce con Nicoletta Magalotti/NicoNote e si dedica a pratiche di ascolto radicale insieme a Lola Posani e Glauco Salvo. La sua ricerca si muove tra l’improvvisazione e la scrittura coreografica, con uno spiccato interesse verso le soglie, momenti di transizione in cui l’azione è sia se stessa che il suo contrario. Lavora con la coreografia come mezzo per accendere gli spazi e creare posture, ovvero stati di movimento, voce, visione e ascolto, attratta dalle lunghe durate.

Martina Piazzi (Bologna, 1997) é danzatrice e coreografa recentemente laureata all’Università Danese di Arti Performative di Copenhagen (DDSKS, Denmark 2019-2022) e attiva nella direzione artistica del collettivo Parini Secondo, fondato insieme a Sissj Bassani (2017-present).
Oltre al lavoro del collettivo, nel suo percorso autoriale vede la creazione di due soli: PILE (Copenhagen, 2022) e Untitled Places (Torres Vedras, 2019). Nei lavori da interprete incontra l’artista Florin Flueras, per Unexperience e Untitled Unworks in occasione della biennale di Praga (CZ, 2022), Alessandro Carboni, con il progetto Always Becoming e Unleashing ghostes in urban darkness (IT, 2016-2020), la coreografa Malgosia Sus & Paulina Almeida (PT, 2018) e Jija Sohn, per il progetto Performing Gender (IT, 2018). La sua formazione precedente consiste in un corso biennale internazionale PERFORMACT diretto da Ricardo Ambrozio & Gonçalo Lobato (Torres Vedras, 2017-2019); il programma di formazione sul territorio toscano AZIONE! diretto da Sosta Palmizi (Firenze, 2016-2017, Italia) e INNESTI, un corso interdisciplinare diretto dalla coreografa Simona Bertozzi (Bologna, 2017, Italia).