L’ uomo che piantava gli alberi di Jean Giono e il Manifesto del Terzo Paesaggio di Gilles Clément sono, in questi tempi complessi, una dichiarazione di responsabilità e azione sul mondo. Per questo l’Associazione Cantieri li ha scelti come fil rouge per l’edizione 2019 di Nutrimenti per la crescita.
Così, per raccontarsi, le scuole hanno seguito il gesto di un pastore che, piantando ghiande, trasforma in bosco un paesaggio arido e il pensiero di un filosofo giardiniere che disegna un unico, grande, giardino planetario in movimento continuo, nel quale viaggiano semi, uomini e animali. Elzéard il pastore e Gilles il giardiniere sono protagonisti di un cambio di paradigma, un ascolto attivo nei confronti del luogo in cui viviamo, un andare con non contro il nostro mondo, a partire dalle azioni minime. Li accompagnano la determinata Greta, il dodicenne Felix con il suo milione di alberi piantati, il fotografo Sebastião con la grande foresta pluviale ricreata in Brasile dopo gli orrori del Ruanda. Con loro camminano i ragazzi e ragazze di Nutrimenti 2019 e tutti gli altri semi nuovi fiduciosi, radicati nei luoghi che sono più vuoti. Raccontano che ora non c’è più spazio per il vuoto del cinismo, ma per la forza della realtà, quella naturale, umile e semplice, che non prevede profitto sterile, né produce scorie inutili. Una realtà che, sempre connessa orizzontalmente e verticalmente, contempla la libertà, accetta la responsabilità, si prende cura del nutrimento per la crescita di tutti, accogliendone ogni amabile e ricca differenza. È la vera, piccola, grande rivoluzione sovversiva che noi tutti abbiamo il dovere di seguire.

Calendario