Manbuhsa | Pablo Girolami

Luogo

Biblioteca Classense
Ravenna
Categoria

Data

Set 14 2019

Ora

16:30 - 17:30

Manbuhsa

ore 16.30 e in replica alle ore 17.30
Vetrina giovane danza d’autore

coreografia Pablo Girolami
danzatori Giacomo Todeschi, Pablo Girolami
musica Ugate Sooraj – Jota Karloza / Hey Furtila (hey Perky) – Miss Clo
costume Caterina Politi

 

Manbuhsa è stato creato immaginando due ragazzini che giocano in una risaia. Incentivata dal fascino per le civiltà
estere e forgiata sui ritmi della musica, una relazione si crea tra i danzatori. Attraverso i movimenti, uno spinge l’altro alla scoperta del suo istinto naturale.  Un cammino vibrante di inconsapevoli emozioni, innocenza e giocosità.

La prima immagine che ho avuto è stata quella di un esodo urbano. Ho visto un treno stracolmo di gente in viaggio
verso il proprio paese di origine. Esploro la sensazione di insicurezza e di quel sentirsi ingabbiati dalla negatività latente dell’urbanizzazione. Da questo conflitto, sviluppo una sensazione di fiducia che porta a una relazione educativa, volta alla riflessione personale e alla scoperta di sé. Lasciati da parte paura e scetticismo, si staglia una strada libera, fatta di eccitazione e desideri da esplorare.
La seconda immagine su cui mi sono basato riguarda invece il corteggiamento animale, in particolar modo quello degli uccelli. Osservando il loro comportamento durante la parata nuziale, mi sono lasciato influenzare sotto diversi aspetti. Mentre la fisicità di Manbuhsa ci rimanda alle gru, i cui corpi reagiscono simultaneamente agli impulsi reciproci, l’agitazione e la precisione ci possono far pensare al ragno pavone.
Manbuhsa è in qualche modo uno studio e una trasposizione sul corpo umano di queste peculiari danze animali.
Pablo Girolami