Categoria

Data

Lug 14 2018

Ora

8:00 - 18:00

Più di 1200 studenti coinvolti nei 60 laboratori del progetto CorpoGiochi a Scuola per l’anno scolastico 17/18

Con l’evento Compito all’Almagià – realizzato grazie ai contributi del Comune di Ravenna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e svoltosi il 25 e 31 maggio scorsi all’interno del cartellone di appuntamenti di Nutrimenti per la Crescita – festival di arti performative dei bambini e ragazzi della città – si è conclusa l’attività del progetto CorpoGiochi a Scuola dell’associazione Cantieri Danza per l’anno scolastico 2017/2018.

Quest’anno sono stati attivati ben 60 laboratori nella Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria del ravennate coinvolgendo circa 1214 studenti, 158 insegnanti, 181 genitori che hanno partecipato ai laboratori a scuola e circa 170 conduttori che Cantieri ha formato e fatto intervenire negli incontri di gioco. Cantieri Danza ringrazia in primis Istituzioni e insegnanti che hanno attivato il progetto CorpoGiochi a Scuola per riportare in classe benessere e inclusione, prevenendo il disagio e ogni forma di discriminazione, condividendone la filosofia generale, gli obiettivi e gli aspetti fondamentali, impegnandosi nella realizzazione di connessioni disciplinari e interdisciplinari e considerandolo un contenuto del programma scolastico. Un grande ringraziamento va inoltre alle famiglie e ai cittadini che credono nel progetto: per raggiungere questi risultati è stata fondamentale la loro partecipazione attiva, informata e consapevole. Avvicinare all’arte i più piccoli rendendoli protagonisti significa infatti far crescere i più grandi, genitori e insegnanti, e offrire alla comunità in generale strumenti sempre più innovativi per alzare l’asticella del nostro benessere e della nostra qualità di vita culturale.

Dal 2015 il progetto è stato attivato anche in provincia di Bologna, a San Lazzaro di Savena, coinvolgendo due classi delle Scuole Primarie Donini (50 alunni e 4 docenti). Ed è grazie al grande interesse riscontrato da parte delle famiglie e degli insegnanti che il progetto sta procedendo e si svilupperà nel prossimo Compito all’Almagià, insieme agli studenti di San Lazzaro e Ravenna.