Chi siamo

L’associazione Cantieri Danza nasce nel 1994 sotto la direzione artistica di Monica Francia e Selina Bassini per sostenere la danza contemporanea, promuovendo lo sviluppo e la pratica della danza d’autore e di ricerca e la formazione del pubblico.

Cantieri è il punto di riferimento di chi – fra artisti, operatori e pubblico – riconosce la danza non solo come strumento di ricerca artistica, ma anche politica e sociale: fa da incubatrice per i giovani talenti del panorama nazionale dalla danza, è organizzatrice di eventi culturali e progetti di formazione e coordinatrice di reti di lavoro.

Dal 2006 Cantieri è impegnata nell’ideazione e nel coordinamento di Anticorpi – rete di rassegne, festival e residenze creative dell’Emilia Romagna, che si compone di soggetti attivi sul piano della promozione, diffusione, produzione e formazione culturale nel territorio regionale. L’esperienza di lavoro in rete ha stimolato poi, nel 2007, la creazione e il coordinamento del Network Anticorpi XL, che attualmente coinvolge 37 operatori del settore cultura e spettacolo dal vivo di 15 regioni italiane, ed è la prima rete italiana dedicata alla giovane danza d’autore. Il network propone un’articolata gamma di azioni volte a rispondere alle necessità dei giovani autori nelle differenti fasi del loro percorso di crescita e maturazione. Dal 2015 l’Associazione Cantieri è riconosciuta dal Ministero dei Beni e Attività Culturali come capofila del Network Anticorpi XL per “Azioni trasversali di promozione – progetti di ricambio generazionale”.

Nell’ambito della crescita e della formazione dei giovanissimi, Cantieri offre diversi percorsi ed eventi – a partire dal progetto CorpoGiochi, che si propone come metodo originale di formazione dell’esperienza corporea e come nuova idea di educazione al movimento e alle emozioni – e laboratori rivolti ai cittadini dai 5 anni in su, nell’ottica di offrire alla comunità maggiori strumenti per il benessere collettivo e avvicinare all’arte piccoli e grandi, oltre ad attivare un processo di emancipazione dei pubblici attuali e futuri (audience development).

Realizza, inoltre, i progetti Training Days – percorso di avvicinamento ai linguaggi dello spettacolo dal vivo dedicato ai ragazzi fino ai 25 anni – e, dal 2010, Nutrimenti per la crescita, festival nato grazie alla sinergia tra Comune, dirigenti scolastici e docenti che raccoglie gli esiti finali dei progetti di carattere espressivo legati alle arti performative che vengono realizzati nelle scuole del territorio e presentati poi nei luoghi simbolo della cultura cittadina e del forese. Cantieri, infatti, lavora costantemente alla promozione di progetti coreografici per giovani adolescenti, raccogliendo le narrazioni di residenze creative e le sperimentazioni tra generazioni diverse.

Dal 1999 Cantieri realizza Ammutinamenti – Festival di Danza Urbana e d’Autore che, fin dai suoi esordi, ha promosso la parte più giovane e innovativa delle arti performative. Il festival è ideato e guidato da Selina Bassini e Monica Francia, dall’edizione del 2018 affiancate nella direzione artistica dal team di giovani curatrici che sono cresciute professionalmente all’interno dell’associazione e ne hanno condiviso valori e visioni. Un gruppo storico che ha cambiato lo scenario della danza e ancora oggi si muove per sollecitare un cambiamento e un’emancipazione nel mondo della danza.

Cantieri Danza è anche promotrice di un sistema di collaborazioni e sinergie con gli altri operatori del settore culturale, mossa dall’intento di promuovere e curare la nascita e l’affermazione di giovani autori e di nuove realtà creative della scena italiana.

A Ravenna fa parte di Associazione Almagià – rete di associazioni culturali che dal 2004 opera nei diversi ambiti culturali, di ricerca e sperimentazione artistica con particolare attenzione alla realizzazione di progetti dedicati alla fascia dell’adolescenza – e organizza dal 2011 la rassegna sulle forme della danza contemporanea ToDay ToDance, in collaborazione con Ravenna Manifestazioni, Ravenna Teatro, Teatro del Drago e E-production.